Yoga per bambini

Informazioni

La pratica dello yoga per bambini che viene proposta, un'integrazione del metodo Balyayoga con  la pratica di Psicomotricità relazionale, vuole favorire lo sviluppo di una personalità armonica attraverso l'integrazione delle diverse parti che la costituiscono: corporea, emotiva e mentale e  rappresenta un piccolo seme che potrà germogliare come maggiore coscienza e consapevolezza di sé.

Attraverso pratiche che consentono di attivare capacità di ascolto e attenzione si aiutano i  bambini a sviluppare un'attitudine all'introspezione, aumentando il senso di fiducia e di sicurezza, favorendo un miglioramento delle capacità relazionali e della comunicazione.

 

Tenendo presente che oggigiorno anche i più piccoli spesso sono sottoposti ad alti livelli di stress, lo yoga per bambini può essere un valido strumento per promuovere uno stato di benessere generale e  prevenire situazioni di disagio che possono insorgere durante le fasi dello sviluppo.   

 

Lo yoga per bambini e la psicomotricità hanno in comune una visione olistica dell'essere umano e del mondo. I benefici sono innumerevoli, in particolare, si propongono di:

• Favorire la crescita armonica e lo sviluppo di tutte le potenzialità attraverso un approccio globale che interessa tutti i livelli dell'esistenza.

• Educare (dal latino e-ducere: portare fuori) e non semplicemente  istruire, educazione che attinge a valori universali (non violenza, amicizia, sincerità, senso di appartenenza)

•  Aumentare il benessere psicofisico individuale e la sintonia di gruppo attraverso esperienze di gioco.

•  Stimolare lo sviluppo della creatività e della libertà di espressione.

•  Promuovere le potenziali abilità motorie, espressive, comunicative e i processi di simbolizzazione.

•  Favorire il piacere del gioco e sviluppare le capacità senso-motorie e gli schemi motori di base.

•  Migliorare la forza, la resistenza,  la coordinazione, la flessibilità, e l'agilità;

•  Sviluppare la coscienza di sé, del proprio corpo, delle sue possibilità e dei suoi limiti, dei suoi atteggiamenti, delle sue posture e dei diversi modi in cui può essere vissuto (consapevolmente o automaticamente, contratto o rilassato) in relazione a se stessi ed all’ambiente.

•  Imparare a respirare prendendo coscienza di questo atto vitale,  mantenendo attenzione e concentrazione; andando alla scoperta del proprio respiro e delle sue relazioni con lo stato interiore, fisico ed emozionale.

•  Riconoscere la bellezza della lentezza e della pausa;  imparare a rilassarsi.

 

 

METODOLOGIA  Applicata

 

Metodo Balyayoga: propone un tipo di yoga molto diverso da quello rivolto agli adulti. Ogni aspetto dello yoga è stato valutato e ripensato in base alle caratteristiche fisiche e psichiche dei bambini affinché anche i piccoli possano avvicinarsi a questa disciplina millenaria in totale sicurezza fisica e psicologica

 

Psicomotricità relazionale: il gioco è il linguaggio privilegiato con cui rivolgersi ai bambini. L'attività psicomotoria, il gioco senso-motorio e simbolico, attraverso l'uso di materiali e metodi specifici della psicomotricità, sono strutturati secondo un flusso che alterna momenti dinamici seguiti da altri più tranquilli, in modo da accompagnare naturalmente il bambino nel relazionare con gli altri e con il mondo circostante, favorendo l' espressione della propria vivacità e l'ascolto consapevole di sé.

 

Asana: le posizioni yoga insegnate (rappresentano animali, fiori, piante, elementi della natura) sono pensate appositamente  per i bambini e sono presentate in maniera giocosa e divertente.

 

Respirazione: acquisire controllo e consapevolezza del respiro attraverso giochi e semplici esercizi.

 

Attività creative e fantastiche: la fantasia e la creatività dei bambini vengono stimolate attraverso disegni e colorazione di mandala, leggendo e recitando storie per crescere e filastrocche, incuriosendoli con i suoni delle campane tibetane, con le danze e i mudra.

 

Rilassamento e Meditazione: il percorso dello yoga mira ad aumentare la conoscenza del proprio sé attraverso un lavoro di concentrazione e di interiorizzazione. La pratica della meditazione varia a seconda dell'età dei bambini, nei piccolissimi può durare pochissimi minuti, nei più grandi il tempo può essere più prolungato. Anche se la pratica del rilassamento e della meditazione  per i bambini è molto breve, tuttavia favorisce entrambi questi processi. Questo si traduce in un maggior ascolto del proprio corpo, una riduzione dello stress e dell'ansia, una diminuzione dell'aggressività e un miglioramento delle capacità di socializzazione.